Liguria

Di seguito vengono descritte varie località visitate in più occasioni ed in anni differenti (le cose possono essere cambiate…) percorrendo un ipotetico viaggio da levante a ponente.

Montemarcello (2004)
Sosta lungo la strada verso Ameglia oppure, meglio ancora, nel parcheggio che c’è prendendo la strada che porta verso il centro del paese. Montemarcello è grazioso, medioevale ed ha un bellissimo panorama (Punta Corvo) su mare e monti. Possibilità di discesa a mare.

Ameglia (2004)
Bellissimo borgo medioevale tutto ristrutturato e situato in cima ad un monte. Parcheggio ampio a terrazze sulla sinistra, all’ingresso del paese. Attraversamento di Ameglia e strada per Montemarcello un po’ stretti.

Tellaro (2004)

Sosta nel parcheggio del cimitero (parchimetri non in funzione in inverno ma super-divieto di sosta ai camper più alti di 2 metri perché si è sotto gli ulivi…). Il mare di Tellaro è scoglioso con piccole spiaggette verso Fiascherino: bello. Bello anche il paese che sembra una “6a terra” anche se il turismo sembra non invaderla come le altre cinque.

Fiascherino (2004)
Possibilità di sosta lungo la strada e vari accessi al mare con scalinate. Spiaggette carine e sempre bel panorama sul “Golfo dei Poeti”.

Lerici (2005)

Parcheggio (anche per camper) a 1,30 euro l’ora oppure 8 euro la giornata (se c’è il parcheggiatore). A pagamento solo il sabato e la domenica, gli altri giorni è gratuito. Il posteggio si trova sulla strada in ingresso a Lerici venendo da La Spezia, prima di arrivare sul lungomare, a sinistra. Lerici è molto carina, simile a Camogli e Portovenere. Un grande castello (con museo) domina il paese ed il porto. Bei carrugi stretti tra case colorate, porticciolo, pescatori e bella vista sul golfo. Di fronte si vede Portovenere. Anche San Terenzo (frazione di Lerici), verso la Spezia, è carino ed ha anche una bella spiaggia. In bassa stagione si può sostare nel piazzale del campo sportivo che c’è nella parte alta del paese (seguire le indicazioni per il campo). Una ripida discesa pedonale porta al paese ed al mare.
In alta stagione e durante i ponti classici c’è moltissima gente e trovare parcheggio con il camper è difficile sia a Lerici che a San Terenzo: meglio visitarle nei periodi non di punta.

Portovenere (2005)

Molto bella. Area camper in alto, sopra il paese (indicata).

Monterosso al mare (Cinque Terre) (2002)


Sosta a pagamento nell’area parcheggio sterrata del campo sportivo, direttamente sul mare (senza Camper Service). I posti riservati ai camper sono una ventina e la sosta non è certo delle migliori ma è ottima come punto base per vedere le Cinque Terre. Si trova infatti nel paese più animato ed è vicinissima alla stazione. Per chi ama la vita balneare, Monterosso è l’unico paese con delle vere spiagge. Le altre quattro terre (Vernazza, Corniglia, Manarola e Rio Maggiore) si possono visitare sia a piedi (circa 5 ore di cammino fino a Riomaggiore) che con il treno, abbastanza frequente. In bicicletta bisogna affrontare un percorso di saliscendi molto impegnativo anche se molto panoramico. Un altro punto sosta, libero, si trova appena sopra Monterosso, verso Vernazza. Molto panoramico ma sicuramente meno comodo per raggiungere il paese ed il mare. I sentieri tra le varie terre sono a pagamento ed esistono diverse modalità di abbonamento, anche legato ai biglietti ferroviari (chiedere in stazione o all’ente per il turismo, sul lungomare, appena sotto la stazione). Il sentiero più breve e tutto in piano è la famosa “via dell’amore” tra Riomaggiore e Manarola, percorribile anche da anziani e bambini molto piccoli perché dotato di parapetto. Volendo percorrere a piedi tutte e cinque le terre è forse più agevole partire da Rio Maggiore e dirigersi verso Monterosso per evitare di fare le centinaia di scalini di Monterosso in salita. I cinque paesi sono tutti molto belli, in particolare Vernazza.

Levanto (2002)

La sosta a Levanto (nel caso a Monterosso non ci sia più posto) è a pagamento in un parcheggio asfaltato nei pressi della stazione ferroviaria, dotato di Camper Service. Sul lungomare sarebbe vietato. Dal parcheggio al mare ci vogliono circa 15 minuti a piedi. A Levanto c’è una grossa spiaggia sabbiosa.

Varese Ligure (2005)
Sosta accanto al campo sportivo. Il paese è di origini medievali: case distribuite lungo un’ellisse, bassi porticati, fortezza restaurata. Purtroppo non c’è alcun panorama e d’inverno fa decisamente freddo. Varese Ligure è il paese 1° certificato in Europa per l’ambiente.

Sestri Levante (2016)

Parcheggio vicino all’ospedale (seguire le indicazioni per l’ospedale in Via Terzi) che si trova a circa 20 minuti a piedi dalla Baia del Silenzio. Zona abbastanza tranquilla ma non certo bella. Altra zona per parcheggiare è nei pressi della Coop che si raggiunge percorrendo Via Nazionale, svoltando a sinistra alla prima rotonda e di nuovo a sinistra alla rotonda fatta a fagiolo. Nei pressi di Via Dante cercare un posto: zona tranquilla ed abbastanza vicina al mare. L’area camper (desolata e in un posto non molto attraente) si trova un po’ più avanti nella zona delle piscine vicino a Via Sedini (ma da imboccare provenendo dalla Coop altrimenti c’é un sottopassaggio basso non transitabile col camper).
Sestri è molto bella e molto animata sia di giorno che di notte. Splendida la Baia del Silenzio anche se spesso affollata. In zona si può anche fare una bella passeggiata di un’oretta verso Punta Manara: molto panoramica. Il sentiero si prende in centro al paese.

Lavagna (2005)
Possibilità di sosta davanti al palazzetto dello sport.

Portofino (1988)

L’accesso a Portofino in camper è vietato. Noi sostiamo a Paraggi e ci andiamo a piedi con un bel sentiero lastricato di mattonelle rosse, in mezzo agli ulivi, che conduce a Portofino in 20 minuti. Bello salire alla Chiesetta per ammirare la piazzetta ed il borgo di Portofino dall’alto.

Camogli (2006)


Uscita al casello di Genova Nervi e rapida panoramica su Nervi, Bogliasco, Pieve Ligure, Recco. Camogli è un caratteristico paese di pescatori con vicoli stretti, case alte con biancheria che attraversa la strada da parte a parte, abitazioni coloratissime e con i tipici infissi verdi. Divieto di parcheggio e sosta camper in centro. Da Camogli, a luglio-agosto, partono gite verso Punta Chiappa, S. Fruttuoso, Portofino mentre d’inverno solo per S.Fruttuoso (se il mare lo consente). Possibilità di sosta camper prima della basilica di S.Rocco, accanto ad una strada panoramica, ove si apprezza Camogli e il golfo di Genova visti dall’alto ed uno splendido tramonto. Da qui partono due bei sentieri: uno verso il paese e l’altro verso Punta Chiappa.

Arenzano (2009)

Bel paese curato e signorile con un grande parco ricco di volatili (molti pavoni) e possibilità di belle passeggiate. Un divieto di transito impedisce la sosta nel grande parcheggio che si trova subito dopo la stazione a destra, vicino alla piscina, ma ci sono anche altri parcheggi (ad esempio, sulla destra prima della galleria sull’Aurelia in direzione Genova). Nella parte alta del paese svetta la bella chiesa del “Bambin Gesù di Praga” dove c’è un grande parcheggio a pagamento (7,5€ per la notte e 2,5€ l’ora di giorno). Sul mare si può fare una bella passeggiata verso Cogoleto prendendo la strada pedonale e ciclabile che si snoda, sempre in riva al mare, lungo la vecchia linea ferroviaria (con gallerie anche molto lunghe). Per chi ama camminare da Cogoleto si può ancora proseguire fino a Varazze, ecc.

Celle Ligure (2017)

Bel paese e bella spiaggia. Possibilità di sosta nell’area camper gratuita che si trova seguendo le indicazioni subito dopo l’uscita dal casello, sulla destra (Via Lagorio) e proseguendo oltre il ponte sull’autostrada, sempre sulla destra. L’area si trova nei pressi di un bel centro sportivo e di un parco giochi per i bimbi ed è dotata di camper service. I parcheggi in piano non sono molti e di notte si sente un po’ il traffico dell’autostrada. Fuori dagli spazi riservati ai camper non è consentita la sosta, anche se il parcheggio è vuoto e spesso passano i vigili che invitano a spostarsi immediatamente. Dall’area si può raggiungere Piani di Celle, sulla destra, in 10 minuti a piedi oppure Varazze, sulla sinistra, con una passeggiata un po’ più lunga (almeno 20 minuti). Poco oltre l’area camper, verso il frequentatissimo ristorante “Da Gemma”, c’è una piccola ma tranquilla area pic-nic. L’area sportiva è in parte accessibile, ad esempio per correre, e nei pressi un panoramicissimo palazzetto dello sport si affaccia dall’alto proprio sul mare. Qualche altra possibilità di sosta nel parcheggio sotto il viadotto dell’autostrada (girare a destra a Piani di Celle passando accanto al parco giochi).

Bardineto (2013)
Paese dell’entroterra di Borghetto Santo Spirito dove un agriturismo consente di raccogliere funghi, a pagamento, nel loro bosco. Uscita a Borghetto Santo Spirito e poi direzione Toirano: 23 km di stradina a curve in montagna. Arrivati a Bardineto (altezza 711 metri) si può parcheggiare dietro i ruderi del castello accanto all’agriturismo “Fratelli Oddone” in Via San Martino 13. Per arrivarci bisogna attraversare il paese e poi svoltare a destra verso il castello. Il ticket per la raccolta funghi costa 22€ comprensivi del pranzo in agriturismo. Per la ricerca dei funghi ci si sposta poco oltre il cimitero in direzione di Albenga e si parcheggia presso il maneggio dell’agriturismo. Ci sono 100 ettari a disposizione per la ricerca, contrassegnati da cartelli gialli. Bisogna indossare un davantino con il nome dell’agriturismo ed un numero identificativo. I boschi sono belli ma camminare per ore risulta comunque impegnativo.

Borghetto Santo Spirito (2004)
Sosta nell’apposita area camper a pagamento (verso l’entroterra, vicino alla stazione dei carabinieri, segnalata) oppure dietro il campo sportivo in un piccolo piazzale asfaltato.

Ceriale (2004)
Sosta sul mare all’inizio del Paese, provenendo da Borghetto, nell’apposito parcheggio per camper (4 posti) a pagamento (1 euro l’ora oppure multa di 10 euro quando passa il vigile).

Albenga (2006)
Bel centro storico. Sosta notte in via Einaudi, prima del campeggio, accanto all’area sportiva che si trova dopo la Croce Rossa. Per fare una passeggiata in centro si può sostare anche nei pressi del distributore Agip, vicino al ponte rosso moderno oppure nei pressi della stazione.

Villanova d’Albenga (2006)
Sosta nel parcheggio accanto alla chiesa sulla strada per Garlenda (a destra). Il paese, a pianta circolare, è circondato da fortificazioni ed è un borgo medioevale, ben tenuto e con tante viuzze di case in pietra con vasi di piante e fiori dappertutto. Molto bello e tranquillo.

Garlenda (2004)
Bel paese con campo da golf, palasport e tanto verde ben curato. Diverse possibilità di sosta: posto tranquillo con case in pietra. Il campo da golf non è recintato e si possono seguire le varie fasi del gioco. Nei pressi c’è il santuario della Madonna della Guardia (tra Alassio e Garlenda) a 600 metri di altezza con una strada a tratti un pochino stretta ma con ampio parcheggio al fondo. Il santuario è molto panoramico.

Alassio (2006)
Sosta sul lungomare verso Laigueglia ma solo nel tratto compreso tra i due cartelli dei comuni di Alassio e di Laigueglia, altrimenti multa garantita. Bella spiaggia sabbiosa e mare basso.

Laigueglia (2013)
Molto carina con una bella spiaggia. Sosta lungo il mare nel tratto compreso tra i due cartelli dei comuni di Alassio e di Laigueglia (altrimenti multa). Esiste anche il parcheggio dietro al cimitero se si trova posto e se non lo vietano.

Cervo (2014)

Borgo medioevale molto bello e panoramico con una grande chiesa che svetta su tutto. Molto panoramico il bar “Serafino” con terrazza. In paese possibilità di acquistare olio e vino locali. La spiaggia è ghiaiosa e con scogli sulla sinistra. Per l’area camper imboccare Via Steria all’ingresso del paese, sulla sinistra, nei pressi della stazione. L’area è tranquilla e ben attrezzata. Il soggiorno costa 13€ con la corrente, il camper service è gratuito e sono disponibili servizi igienici con lavelli e docce a gettone. L’area è su terreno ghiaioso ed è recintata ed illuminata, con poca ombra al momento ma molto spazio destinato a ciascun mezzo. L’area si trova nei pressi di un’area sportiva ed il mare si raggiunge in 10 minuti a piedi mentre ce ne vogliono circa 20 per arrivare in centro al paese. Nei periodi di alta stagione (come ad esempio a Pasqua) è meglio prenotare per non trovare tutta l’area riservata. Nel caso l’area sia tutta prenotata è possibile sostare lungo la strada d’accesso (non in piazza Garibaldi perchè i vigili non lo consentono).

San Bartolomeo (2008)
Paese con spiaggia ghiaiosa ed un bel lungomare. Area camper indicata.

Diano Marina (2001)
Area camper Oasi Park (£ 15.000 al giorno), in mezzo al verde, tranquilla e a 500 metri dalla spiaggia. Per raggiungerla seguire le indicazioni. Possibilità di sosta sulla strada parallela all’Aurelia, nei pressi dell’area camper, ma rumorosa (automobili e treni). Non è più consentita la sosta nei pressi del cimitero (provare al centro sportivo…).
Mi segnalano (2009) un’altra area camper “Bowling di Diano”, sempre a 500 metri dal mare, in via Diano San Pietro.

Imperia (2009)
L’area camper si trova in zona porto San Maurizio sull’asfalto, di fronte al mare e lontano dal centro (mi segnalano che attualmente è chiusa per lavori). Buon camper service nell’area di servizio “Imperia Ovest”, sulla destra provenendo in autostrada dalla Francia.

San Lorenzo al Mare (2017)
 
Parcheggio da 8-10 posti tra San Lorenzo al Mare e Santo Stefano al Mare, subito dopo Imperia. Si trova alla sinistra dell’Aurelia circa 1,5 km dopo l’abitato di San Lorenzo, nella frazione che si chiama Piani Chapin. L’area è su sterrato, molto panoramica sul mare, tranquilla ed illuminata. A fianco c’è un sentiero che sulla sinistra conduce alla pista ciclabile di 24km che porta fino ad Ospedaletti. In questo tratto la pista corre in galleria e quando la si raggiunge si deve girare a destra per andare al paese di San Lorenzo al Mare (1km) oppure a sinistra (23km) per percorrerla fino ad Ospedaletti, passando per Santo Stefano al Mare, Riva Ligure, Arma di Taggia, Bussana e Sanremo.

Arma di Taggia (2017)

Possibilità di sosta libera lungo il fiume Argentina, sull’argine sinistro. Per accedervi bisogna, all’altezza del ponte sul fiume, prendere la strada per Triora e girare subito a sinistra. Si passa sotto il ponte stradale e si prosegue verso il mare. Da lì per andare in paese a piedi si deve prendere la pista ciclo-pedonale che passa nei pressi. In zona c’è anche l’area camper (in realtà è solo un parcheggio con la sbarra) che costa 10€ al giorno. Pagamento con cassa automatica che accetta banconote ma non carte di credito o bancomat. Ad Arma di Taggia c’è una spiaggia grande e sabbiosa.

Bussana (2017)

Per accedere alla spiaggia dall’Aurelia bisogna svoltare, all’altezza di un Carrefour, in direzione del mare e proseguire verso Imperia fino al parcheggio con i pannelli fotovoltaici: ottimo punto sosta, gratuito, accanto ad un bel bar ed alla pista ciclabile ma riservato alle auto. Ogni tanto fanno spostare i camper anche se il parcheggio è vuoto ed è bassa stagione.

Sanremo (2017)
    
L’enorme ma bruttina area camper si trova fuori dal centro in località Pian di Poma. Poco oltre bel campeggio “Villaggio dei fiori” direttamente sul mare con docce calde gratuite, griglie per il barbecue e WiFi libero anche in spiaggia. Possibilità di sosta anche nei vari parcheggi a pagamento lungo il mare. Città particolarmente bella nel periodo natalizio per le luminarie. La visita alla bella chiesa russa costa 1€.

Bordighera (2012)

La sosta in cima al paese (Bordighera Alta) non è consentita anche se a volte tollerata fuori stagione, ad esempio di fronte al municipio. Bordighera Alta è un bel borgo medioevale dove si viene a cenare perché ci sono molti localini e trattorie. Il giovedì a Bordighera c’è un grosso mercato sul lungomare.

Dolceacqua (2006)
Piccolo paesino con antico borgo medioevale ben conservato, nell’entroterra di Ventimiglia. Parcheggio vicino al centro sportivo del paese (basket, tennis, pallavolo, calcio). Il paese è molto suggestivo; in una casa è possibile vedere una suggestiva proiezione di diapositive in 3D.

Balzi Rossi (2010)

Possibilità di sosta (ma solo fuori stagione se no è vietato) appena prima del confine di stato, sull’Aurelia, a sinistra. Per raggiungere questo parcheggio bisogna seguire le indicazioni marroni per Villa Hembury e poi per Ponte Ludovico. Qualche camper sosta anche accanto agli uffici dell’ex-dogana: l’area però è in ristrutturazione. Dal parcheggio si può raggiungere a piedi Mentone (sempre difficile da visitare in camper a causa dei divieti di sosta) oppure accedere al sentiero che conduce verso i Balzi Rossi dove c’è anche un museo archeologico contenente i reperti trovati nelle grotte sul mare. Zona caratteristica per le alte rocce rossastre e belle spiagge. Per dormire si può andare a Ventimiglia (7 km) e fermarsi nel parcheggio (a pagamento venerdì e sabato) che si trova accanto al fiume. Per raggiungerlo dall’Italia, quando si esce dall’autostrada seguire per la Francia e, appena oltrepassato il ponte sul fiume, svoltare a destra dove sostano anche i pullman di linea.

11 commenti su “Liguria”

  1. marilena.perego

    Mi segnala Sabrina che a Ceriale non esiste più la possibilità di sosta con il camper.

  2. E’ bellissimo leggere questi splendidi diari di viaggio.. .anch’io sono camperista ma per motivi lavorativi si viaggia poco..ma quando lo si fa è fatto con il cuore…
    Buon viaggio
    Alessandra

  3. ad IMPERIA porto San Maurizio ; NON ESESTE PIù PER

    LAVORI.

    DIANO MARINA esiste area camper in centro 250 mt dalla spiaggia con C/S. pagamento e luce: BOULING

  4. è grazie a persone come te che io vivo con più serenita e piacere i miei viaggi!!!!!!!!!!!!!!! grazie MARZIA

  5. marilena.perego

    Premesso che la Liguria non è certo la regione più ospitale per noi (anche se le cose stanno migliorando), i posti che io preferisco sono (da Levante a Ponente): Lerici, PortoVenere, 5Terre, Camogli, Genova, Celle Ligure, Alassio, Laigueglia, Cervo, San Remo, Dolceacqua (e subito dopo il confine Mentone).

  6. Complimenti Marilena , i tuoi viaggi sono commentati molto bene inoltre le informazioni che dai sono utili si vedono che sono fatte da persone che viaggiano e sanno bene a quale tipo di difficolta’ si incontrano .
    Grazie spero prima o poi di incontrarvi .

  7. A Loano esisteva un’area attrezzata posta in cima alla città , in verità un po scomoda per la distanza dal mare , ma proprio per questo poco visitata e si trovava sempre posto , purtroppo a tutto il 12-7-2010 risulta chiusa per inagibilità dopo che , a detta del guardiano, e stata devastata da vandali . Ho verificato di persona e purtroppo e proprio cosi .

    speriamo che il comune la ripristini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *