Costa Azzurra e Porquerolles

(17 – 21 aprile 2003)
Autocaravan: Laika EcoVip 3 – Equipaggio: 2 adulti e 2 ragazzi

Hyeres

Arrivati a Hyeres ci fermiamo a dormire a Tour La Fondue, cioè al porto d’imbarco per l’isola Porquerolles, in un parcheggio sulla destra, subito dopo quello sorvegliato giorno e notte (sempre a destra). Le tariffe dei parcheggi sono: 9€ la sosta diurna, oppure da 12€ a 15€ per la sosta giorno/notte. I prezzi per il battello (andata/ritorno) sono di 14,30€ adulti (13€ bambini) e le partenze sono ogni ora circa (dalle 9 alle 18,30). Se si vogliono portare le proprie biciclette sull’isola il costo è di ben 12€ (andata/ritorno) ma sull’isola è pieno di affitta-bici allo stesso prezzo o anche a meno (10€) ed i rampichini che affittano sono belli e competitivi.

Porquerolles

Per arrivare all’isola Porquerolles ci vogliono circa 15 minuti di battello. Il paese è piccolo e pieno di ristorantini e bar. Molte strade sterrate, utilizzate come piste ciclabili, portano alle più belle spiagge dell’isola ed ai punti panoramici. L’isola è bellissima, una piccola oasi verde con mare molto bello, spiagge di sabbia bianca, scogliere e molti animali (in questo periodo stanno nidificando i gabbiani ma vediamo anche diversi fagiani). Tenere presente che le strade non sono tutte piane perché l’isola è montuosa…

Le Lavandou
A Le Lavandou dormiamo al porto, alla fine del paese in direzione St. Tropez.

St. Tropez

A St. Tropez i parcheggi sono TUTTI vietati ai camper. Troviamo posto lungo una strada con posti a pagamento (parchimetro 1 euro  l’ora) che parte sulla destra della via principale all’altezza di un “Internet Cafè”. Il paese è molto carino ed animato, con le sue stradine strette piene di negozi di stilisti. Il porto è talmente pieno di yacht e barche a vela mega-galattiche che le poche barche tipiche del posto e colorate non si notano quasi più… In pomeriggio ci spostiamo alla famosa spiaggia di Pamplonne: sabbiosa, molto lunga e poco attrezzata (l’acqua oggi è marrone per via del mare molto mosso). Il parcheggio per la spiaggia che utilizziamo (ma ce n’è più di uno) si trova direttamente sul mare ed in questa stagione è libero e mezzo vuoto (forse anche perché il tempo è brutto).

St. Maxime

A St. Maxime sostiamo gratuitamente (ma solo perchè è domenica) nel parcheggio all’inizio del paese (provenendo da St. Tropez) prima del ponte, sulla sinistra. Il paese è molto turistico, elegante e ben curato: c’è persino il casinò. La spiaggia è sabbiosa, il mare basso e molti pescano. Qualcuno fa il bagno ma l’acqua è davvero ancora troppo fredda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *