Carinzia

(1 – 10 settembre 2017)
Autocaravan: Laika EcoVip 310 – Equipaggio: 2 adulti

Viaggio, Villach

Ingresso in Austria tramite il Tarvisio senza controlli alla dogana. I mezzi pesanti devono accedervi da una corsia riservata, a destra, con l’obbligo di passaggio sopra un “peso”. Conviene fare gasolio in Austria perché costa meno. La prima sosta la facciamo a Villach parcheggiando liberamente nel posteggio della SPAR (dotato di sbarre) che si trova subito dopo il ponte sulla Drava, a sinistra. Visitiamo la città che è ben tenuta, con bei palazzi, bei negozi e grandi chiese. Andiamo a vedere, all’interno dello Schiller Park, il plastico della Carinzia (2,50€ a persona) dove un filmato illustra con luci e voce narrante il grandissimo plastico: utile per avere un’idea della zona. Lungo il fiume vediamo una bella pista ciclo-pedonale. Torniamo al camper entro le 18 perché a quell’ora in Austria i negozi chiudono ed i loro parcheggi abbassano le sbarre. Ci spostiamo quindi lì vicino, al “City Park”, che costa 7,50€ per una sosta di 24 ore oppure 1,30€ all’ora. Si trova a circa un quarto d’ora a piedi dal centro storico. Per prendere il biglietto del posteggio bisogna: selezionare la lingua “Inglese”, selezionare il tasto relativo alla scelta della tariffa e premerlo fino alla visualizzazione della tariffa voluta, inserire la moneta e far stampare il biglietto.

Faak Am See, Ossiacher See

Ci spostiamo nel vicino laghetto Faak Am See dove dal 5 settembre ci sarà il 20° raduno europeo di Harley Davidson. Ce ne sono già tantissime e gli stand sono numerosi. Diversi bikers sono tutti tatuati e con una lunga coda di capelli ormai grigi. Il lago è carino, con tante seconde case ben curate e una pista ciclabile che lo circonda. Sostiamo in zona raduno. Facciamo tutto il giro del bel laghetto in bici. Ci spostiamo poi al lago Ossiacher See, più grande, e parcheggiamo in riva al lago in un piazzale sterrato del paese di Ossiach (5€ dalle 9 alle 18). Non ci sono altri camper.

Alt-Ossiach, Affenberg, Worther See


Facciamo una passeggiata lungo il lago fino ad Alt-Ossiach dove c’è una specie di residence con un bel prato sul lago balneabile e lettini in legno che utilizziamo per la sosta. In pomeriggio ci spostiamo a vedere il parco delle scimmie (macachi giapponesi) che si trova nei paraggi. Bisogna andare verso la località Burg Landskron e seguire le indicazioni per Affenberg, cioè per la “montagna delle scimmie”. Ai piedi della strada in salita si deve pagare il parcheggio (3,50€) e poi si sale verso un bel castello che ospita anche numerosi rapaci in grandi gabbie (visita a pagamento). Dal parcheggio per raggiungere il panoramicissimo castello si deve salire a piedi. Per andare a vedere le scimmie bisogna invece seguire le indicazioni apposite. Il luogo si trova al di là di uno stagno. L’ingresso al parco delle scimmie costa 12€ (10€ agli over60). Una guida (a volte anche in italiano) accompagna a vedere la colonia di circa 150 macachi che divertono per il loro modo di mangiare, spulciarsi, eseguire esercizi per ricevere cibo ecc. Molto carino. Ci spostiamo quindi al vicino lago Worther See, precisamente a Maria Worth, con parcheggio a pagamento (massimo 3 ore, dalle 10 alle 18). Andiamo in quello dei bus (che però sarebbe vietato ai camper…) perché panoramico ed accanto ai WC che utilizzeremo per carico e scarico. Siamo da soli. La località è molto curata e composta solo da ville ed hotel. In una piccola penisola svettano due belle chiese che la sera vengono illuminate creando un paesaggio suggestivo. Neanche un bar aperto in zona la sera.

Pyromiden Kogel, Reifnitz, Klagenfurt, Maria Worth

Oggi siamo andati a vedere la torre panoramica in legno più alta del mondo (100 metri): Pyromiden Kogel a Linden. E’ bellissima! Si parcheggia gratis e si pagano 11€ per visitare la torre più altri 4€ se si vuole scendere con lo scivolo da brivido. Si può salire sia con le scale aperte che con un moderno ascensore in vetro. Il panorama sulle montagne e sui laghi è bellissimo.

Scendiamo quindi a Reifnitz, sempre in riva al lago, dove sostiamo in un grande parcheggio gratuito vicino al lago in direzione Maria Worth. Passeggiata piacevole ma non c’è molto da vedere. L’acqua del lago è bella e non è fredda. Ci spostiamo poi a Klagenfurt parcheggiando lungo uno stradone di accesso al centro (August Jaksch Strasse) e andiamo a visitare il centro con la piazza con la fontana del drago, la chiesa di Sant’Egidio, ecc. Andiamo poi a fare una passeggiata nella zona di Mondominus dove c’è un rettilario, un planetario ed un parco con il mondo in miniatura. Questa è la zona universitaria e ci sono molti parcheggi ma spesso privati o vietati ai camper.

Hochosterwitz, St. Veit, Huttenberg, Friesach

Oggi andiamo vedere il famoso castello medievale di Hochosterwitz, situato in cima ad una collina. Ci sono alcuni parcheggi ai suoi piedi (strada un po’ stretta ma OK). Si pagano 11€ (per gli over 60) a testa per salire a piedi (altrimenti si può utilizzare una cremagliera molto ripida). Una bella stradina incontra 14 torri, tutte panoramiche. All’interno del castello c’è un ristorante, un museo di armi ed oggetti medievali, un atelier di un pittore e WiFi gratis. Il castello è grazioso e molto panoramico.

Scendiamo quindi a St. Veit con parcheggio nella zona commerciale. Facciamo un giro per il paese che ha una bella piazza con tre fontane, un municipio decorato e poco lontano un famoso hotel moderno (Fuchspalast), colorato e per me orribile (ma da vedere).

Ci spostiamo poi ad Huttenberg, dove è nato il famoso esploratore Harrer e dove visitiamo un bel museo che racconta la sua vita e i suoi viaggi in Tibet, Africa, America del Sud. ecc. (10€ per over 60). Saliamo quindi seguendo un percorso in stile tibetano (2€) con scale di ferro, anche a chiocciola, lungo una parete rocciosa che vuol ricordare il Tibet, con immagini di Buddha, preghiere su bandierine o rulli, ecc: carino ma un po’ forzato. La sera ci spostiamo a Friesach e parcheggiamo su di un piazzale sterrato nei pressi della chiesa di san Domenico, in centro.

Friesach, Seeboden

Visitiamo la città di Friesach, la più vecchia della Carinzia, dominata da una chiesa, con castello e borgo medievale, una bella piazza con fontana, imponenti mura medievali con fossato pieno d’acqua. Saliamo alla chiesa di St. Pieter da dove si domina tutto il paese. Purtroppo 10 anni fa hanno chiuso un museo di miti e tradizioni medievali. Nei locali alcune persone vestono però ancora gli abiti tradizionali. Appena fuori città, accanto all’ospedale, c’è un sito per turisti dove stanno costruendo un castello medievale con i materiali e le tecniche dell’epoca. Non siamo entrati perché ci è sembrato un posto per far vedere ai bambini come lavoravano fabbri, falegnami, muratori, ecc. nel medioevo, ma nulla di più. Il castello è praticamente solo un abbozzo. Proseguiamo quindi alla volta di Spittal, sulla Drava, vicino al lago Millstatter See. Ci fermiamo a Seeboden nel parcheggio del supermercato ADEG (sosta di 90 minuti consentita con disco orario).

Seeboden, Lienz

Ci spostiamo nel parcheggio che c’è poco oltre quello del supermercato, libero. Scarichiamo le biciclette e facciamo il giro del lago (28 km di cui circa la metà su sterrato in pineta). Bel giro ma a tratti un po’ faticoso per i vari saliscendi. Ci rimettiamo poi in viaggio e raggiungiamo Lienz dove domani ci sarà una gara a squadre su 4 sport: corsa in montagna, canoa, parapendio e mountain bike. Sostiamo davanti alla concessionaria della KIA dove ci dicono di rimanere però solo per la notte. La città è bella e stasera molto animata in occasione delle gare sportive di domani. Si può sostare in zona anche in vari altri posti.

Lienz, San Candido, Brunico

Oggi gironzoliamo per la città e ci guardiamo la gara sportiva (Dolomiten Mann) parcheggiando vicino allo stadio.

In pomeriggio ripartiamo per iniziare il viaggio di rientro fermandoci un momento allo spaccio della Loacker e quindi a San Candido nel grande parcheggio all’ingresso del paese sulla sinistra. Qui un cartello indica che il posteggio è riservato ai mezzi sotto i 2,50 metri di altezza ma la sbarra che faceva da limitatore è stata segata ed è pieno di camper. Visitiamo il bel paese con due grandi chiese, molto animato, con un grande negozio di prodotti tipici proprio sotto lo sguardo delle Dolomiti di Sesto. Ci spostiamo poi a Brunico con sosta nel grande piazzale sterrato della stazione. Facciamo una passeggiata notturna fino al castello: bello il centro pedonale e la grande chiesa. Notte tranquilla (per la prima volta in compagnia di qualche altro camper da quando siamo partiti).

Viaggio
Viaggio di ritorno in Val Pusteria e poi autostrada del Brennero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *