(28 aprile – 1 maggio 2017)
Autocaravan: Laika EcoVip 310 – Equipaggio: 2 adulti

Gavirate

Arrivati a Gavirate seguire le indicazioni per l’area camper e non passare con il mezzo per il centro storico. La bella area si trova in riva al lago ed è organizzata come segue: all’ingresso bisogna posizionarsi davanti alla colonnina n°1 e premere COIN per ritirare un gettone che servirà per il pagamento e per uscire. A quel punto si alza la sbarra e si può andare a scegliersi il posto. Per l’uscita bisogna posizionarsi davanti alla colonnina n°3, andare col gettone dell’ingresso alla vicina colonnina n°2 e posizionarlo su di un cassettino nella parte bassa della colonnina (che funge da cassa), letto l’importo da pagare (1,5€ ogni 3 ore), introdurre le monete (solo monete, che al mattino si possono cambiare da un volontario che passa tra i camperisti) e ritirare il gettone che va introdotto nella colonnina n°3 per far alzare la sbarra. Sembra un po’ macchinoso ma in realtà è tutto spiegato.
Nel primo giorno di pemanenza percorriamo la bella pista ciclabile che circonda il lago di Varese (28 km) con diversi saliscendi ma mai impegnativi. Unico neo della pista ciclabile è la presenza di pedoni a volte distratti.
Il secondo giorno, sempre in bicicletta, percorriamo un breve tratto della ciclabile del lago di Varese fino ad imboccare il raccordo, sempre ciclabile, che la collega sulla destra a quella del lago di Comabbio e facciamo anche qui tutto il giro. Bella anche questa pista, con saliscendi più numerosi.
La zona del lago vicino all’area camper nei giorni di festa è animata (così come il bel parco della Schiranna sulla sponda di Varese).
Abbiamo utilizzato anche il parcheggio, praticamente vuoto, che si trova tra il paese di Bardello e quello di Biandronno, sulla destra della strada e a pochi metri dalla pista ciclabile. Abbiamo visto inoltre, girando in bicicletta, che c’è un’area camper a Varano Borghi, sul lago di Comabbio.